Imparare a cantare online


Sempre più persone mi richiedono di imparare a cantare online, quindi ho deciso di pubblicare qualche riga in merito. Durante l’ultima Convention mondiale dei Vocal Coach, che si è tenuta a New York il maggio scorso, si è molto discusso di questo argomento.

Qualunque materia si voglia imparare, si può apprendere da un libro, infatti esistono libri che insegnano a cantare. Quando una persona ritiene, a ragion veduta, di avere bisogno di qualcuno che lo segua, fa un atto di enorme coraggio. Affida la propria voce con l’intenzione di migliorarla. La voce è tutto. In Italia, visto lo stile Karaoke vigente quasi ovunque, è molto difficile che si trovi veramente una persona in grado di apportare miglioramenti. Mi scrivono molte persone che raccontano di finire la lezione “senza voce”, perché incitati a forzare. Attenzione, soprattutto online, dove l’insegnante non ha modo di ascoltare a pieno e professionalmente, i suoni che emettete! Come capirete la problematica è molto complessa e alla fine tutti gli intervenuti alla Convention hanno deciso, all’unanimità, che i mezzi tecnici attualmente a disposizione dei potenziali allievi (ovvero le webcam, i microfoni e la connessione internet), sono inadeguati a offrire un buon servizio e a dare le dovute garanzie di qualità professionale. Ovvero, non è possibile capire con sufficiente precisione l’uso dell’apparato otofonatorio e del resto del corpo da parte dell’allievo, così come non è possibile offrire un supporto di accompagnamento della qualità necessaria ad addestrare l’orecchio.

Quindi fate sempre molta attenzione, particolarmente online.

Il team americano con cui collaboro ha già pronto da almeno cinque anni una piattaforma di insegnamento online (trovate il sito con grande facilità), ma non è ancora operativa e non lo sarà per almeno altri 2-5 anni e comunque non con un normale computer di tutti i giorni.




giugno 6, 2010 Pubblicato da Lascia il tuo commento
Tag: ,

Scrivi il tuo commento

Per commentare occorre indicare almeno nome ed indirizzo email.
Il sistema memorizzerà anche ogni altra forma di identificazione informatica a termini di legge.